Che birra stai cercando?

Cerca per

La Quarta Madre, The Director’s Cook.

La Quarta Madre, The Director’s Cook.

E’ da quando è uscita la notizia del nuovo film del maestro dell’horror italiano Dario Argento, autore della trilogia “Le tre madri”, che aspetto con ansia e trepidazione la première dell’ultimo capitolo della saga. Con un pizzico di salinità e curiosità, cerco informazioni sul web riguardo alla Quarta Madre. Poche notizie vi sono a riguardo, e le poche sono pure molto imprecise, in particolare sulla localizzazione del Tempio. Se la prima, Mater Suspiriorum, al quale si ispira il film del 1977 “Suspiria”, aveva la sua dimora a Friburgo, la seconda, Mater Tenebrarum, protagonista del film del 1980 “Inferno”, risiedeva a New York, e la terza, Mater Lacrimarum, del film “La terza Madre” del 2007, aveva casa a Roma, la Quarta Madre ha un’ubicazione non ben precisata.

Secondo ritrovamenti effettuati da un noto occultista (che preferisce rimanere anonimo), il Quarto Tempio si troverebbe nella piccola città di Goslar, nella Bassa Sassonia, anche se i più, soprattutto i meno informati in materia, ritengono che l’ubicazione del Tempio della Quarta Madre si trovi invece nella città di Lipsia.

Incerto è anche il nome, della Quarta Madre. Se solo della prima, la Madre dei Sospiri, più anziana delle quattro, conosciamo l’identità (Elena Markos, detta anche La Regina Nera), della Madre delle Tenebre sappiamo solo che era la più giovane e crudele, mentre la Madre delle Lacrime era la più affascinante, delle quattro sorelle nate sulle coste del Mar Nero ed atte ad esercitare la pericolosa arte della stregoneria. Sull’ultima Madre si hanno invece poche notizie a riguardo dell’identità; cresce così l’attesa della proiezione della pellicola cinematografica, per capire come il regista abbia deciso di caratterizzare la Quarta.

Il costo del biglietto per l’anteprima comprende un cappello da chef, un mestolo di legno, una pentola in acciaio 11/10 Giorgio Mastrota Approved ed una lettera, nella quale è riportata una frase inquietante che recita: “Sarete voi i protagonisti di questa storia.”

Giunge così il giorno non precisato, di un anno indefinito, in un posto ben geolocalizzato: il Cinema-Teatro Sant’Ambrogio, via Marconi 27, Arluno (MI), 20010.

All’ingresso del Cinema-Teatro 3 bigliettai d’eccezione: Antonino (detto il Cannovacciuolo), Bruno (il Barbiere) e JoBastiano. La locandina recita: “Per palati raffinati e stomaci forti.”

Entriamo in sala, posti tutti esauriti (24 per la precisione), si accendono le piastre ed il film ha inizio. Non vi spoileriamo tutti i dettagli (che trovate nel video qui sotto), ma vi anticipiamo solo il nome, che il regista ha utilizzato nella pellicola della Quarta Madre…

…un attimo di suspiria

…un po’ di tenebra

…un pizzico di lacrime…

Ed ecco svelato il tanto agognato nome, ispirato alla città che ha dato la dimora alla Quarta Madre: Mother Gose!

Nell’after party, a base di gose all’habanero e mango, prodotta da un semisconosciuto birrificio svedese, seguace dell’antica arte della stregoneria norrena (Brewski), abbiamo avuto modo di raccogliere alcune indiscrezioni parlando col regista stesso riguardo alla saga: pare che un nuovo capitolo sia già in cantiere e sia ispirato alla sorella più lattica. Il nuovo episodio è ambientato a Berlino, ed il nome della protagonista sarà Mother Berliner, detta La Regina Bianca.